Corso di psicoterapia autogena immaginativa (P.A.I.)
(40 ore: 5 incontri da 7 ore ciascuno; uno da 5 ore)

 

La PAI è una tecnica basata sulle visualizzazioni guidate e rappresenta un’evoluzione del RED (Réve Eveillé Dirigé) di Desoille. Si basa su percorsi immaginativi diretti dal terapeuta (il quale però cerca di seguire le indicazioni simboliche dell’inconscio del paziente).

Il paziente verbalizza i suoi vissuti e il materiale simbolico viene successivamente analizzato. Per l’analisi si utilizza la tecnica catartica dell’analisi tematica integrata da analisi “focalizzate”.

 

I percorsi sono distinti in tre parti:

La prima comprende esplorazioni di scenari naturali (SENTIERO, FIUME, BOSCO, MONTE, GOLA MONTANA) e di luoghi simbolici chiusi (CASA, CADSTELLO).

La seconda inverte la direzione del movimento (non è più il soggetto che va ai simboli ma i simboli che vengono a lui). C’è un’unica tipologia di esercizi (anche se ripetuti in vari modi, che possono essere definiti: LA GROTTA (il soggetto si siede davanti alla grotta e aspetta che escano le sue fobie, paure, ossessioni; le origini della sua angoscia).

La terza riguarda gli incontri con i personaggi che, quasi sempre, giocano un ruolo importante nella strutturazione dei quadri nevrotici: la MADRE (incontrata nella grotta, nel labirinto, nel giardino incantato); il PADRE (incontrato negli stessi luoghi simbolici); il SOGGETTO AMOROSO (principe o principessa, incontrati in luoghi simbolici, spesso nella foresta incantata).

La terapia ha effetti catartici spontanei e, grazie al materiale simbolico emerso, si presta ottimamente al lavoro analitico.

 

Per informazioni sui costi contattare la segreteria CEFORP allo 055/219458 oppure clicca il tasto “Richiesta Informazioni” e compila la form.

Costo del master

Per informazioni sui costi clicca il tasto “Richiesta Informazioni” e compila la form.

Richiesta Informazioni