Master in tecniche di ipnositerapia e tecniche autogene

 

Le cosiddette tecniche commutative, ipnotiche e autogene, sono uno strumento indispensabile per chi voglia indagare nelle profondità della dimensione inconscia, sia per reperire ricordi di traumi antichi, sia per apportare modificazioni di tendenze disfunzionanti.

Le moderne ricerche di neurofisiologia hanno messo in luce l’esistenza di strutture arcaiche, depositarie di emozioni intense e fortemente coinvolte nei disturbi di ogni genere (in particolare, nevrotici e psicosomatici). Questo mondo profondo, così importante per l’azione di cambiamento che la psicoterapia si propone di fare, è raggiungibile solo con tecniche che garantiscano una via d’accesso all’inconscio rapida ed efficace.

Il corso si propone di fornire ai professionisti interessati (medici, psicologi, psichiatri, psicoterapeuti) degli strumenti di grande efficacia per operare nelle profondità della psiche e apportarvi cambiamenti duraturi nel tempo.

Considerate le caratteristiche di scientificità in cui possono inquadrarsi le applicazioni suddette, il corso presenterà, oltre le materie specifiche, un continuo aggancio alla fisiologia del cervello, attraverso lo studio e l’analisi delle variazioni dei più importanti parametri psicofisiologici.

Il corso ha durata biennale e, per ciascuna annualità, verranno presentate, in ordine crescente di difficoltà, le tecniche di ipnositerapia, quelle di psicoterapia autogena e quelle di indagine psicofisiologica.

 

PRIMO ANNO 100 ORE

Psicofisiologia:

Caratteristiche delle strutture nervose. Caratteristiche dei sistemi involontari (neurovegetativo; neuroendocrino; immunitario; neuropeptidico). Il cervello emotivo: il ruolo dell’amigdala e delle strutture limbiche. Illustrazione di mappe cerebrali connesse ai vari quadri psicopatologici.

Esercitazioni col GSR (galvanic skin reponse) durante gli stati di induzione ipnotica e autogena.

Tecniche di ipnositerapia:

Caratteristiche psicofisiologiche dell’ipnosi. Storia dell’ipnosi. Concetto di trance. Tipologia di trance: ipnotica; autogena; mistica; sciamanica; medianica. Livelli di profondità della trance: leggera; media; profonda; sonnambulica.

Tecniche di induzione della trance: di fascinazione; di fissazione; di rilassamento progressivo; immaginative.

Tecniche di approfondimento della trance: levitazione delle braccia; catalessi degli arti; rotazione delle braccia; tecniche immaginative del profondo.

Esercitazioni con le tecniche di induzione e di approfondimento della trance ipnotica.

Tecniche autogene:

Storia della psicoterapia autogena. Caratteristiche psicofisiologiche dello stato autogeno. La commutazione: aspetti fisiologici e psicologici. L’ideoplasia: dialogo mente-corpo. La concentrazione passiva: atteggiamento di “lasciar accadere”. Lo schema corporeo di Schultz. La psicoterapia bionomica: concetti di bionome e di circolo vitale. Concetto di stress. Il T.A. come terapia anti-stress. Indicazioni, non indicazioni e controindicazioni del T.A. Differenze tra T.A. e ipnosi. Gli effetti del T.A. : sedazione emotiva; recupero energetico; autodistanziamento; capacità introspettiva; potenziamento di attività mentali; riequilibrio neurovegetativo e neuroendocrino.

Esercitazioni coi sei esercizi standard del T.A.: Pesantezza; calore; cuore; respiro; plesso solare; fronte fresca.

Esercitazioni con la tecnica dell’analisi tematica (analisi dei vissuti autogeni).

 

SECONDO ANNO 100 ORE

Psicofisiologia:

Studio degli strumenti di indagine psicofisiologica: Elettroencefalogramma (EEG):idoneo per valutare il ritmo alfa in due punti dei lobi frontali (F1 e F2) e in due punti dei lobi temporali (T1 e T2); Galvanic Skin Reponse (GSR): idoneo a valutare la resistenza al passaggio di corrente continua durante gli stati commutativi; Heart rate variabilità (HRV): idoneo a misurare l’equilibrio tra il sistema simpatico e parasimpatico durante gli stati commutativi;  Fotopletismografo: idoneo per l’individuazione di stati ansiosi; Elettromiogramma (EMG): idoneo a misurare le variazioni del tono muscolare durante gli stati commutativi.

Esercitazioni sull’impiego degli strumenti psicofisiologici.

Tecniche di ipnositerapia:

Le suggestioni ipnotiche: verbali; immaginative; simboliche; semplici; complesse; miste. Le suggestioni ipnotiche in psicoterapia. Le suggestioni ipnotiche in medicina. Le suggestioni ipnotiche nel potenziamento di capacità psicofisiche..

La regressione ipnotica. La regressione d’età (utile per il recupero di memorie rimosse). La regressione sintomatica (utile per individuare la causa del sintomo). La regressione onirica (utile per prendere contatto col “contenuto latente” dei sogni.

Esercitazioni con le tecniche di regressione ipnotica e con le suggestioni terapeutiche.

Tecniche autogene:

Il Training Autogeno Superiore (TAS). Consente di approfondire gli effetti del T.A. di base e di produrre un equilibrio superiore (a livello dei due emisferi cerebrali). Consente altresì di far emergere dalla dimensione inconscia della personalità materiale simbolico da analizzare con tecniche analitiche ed esistenziali.

Esercitazioni con gli esercizi del TAS. Colore personale; Spettro dei colori; Oggetti; Concetti astratti; Vissuto personale; Persone; Dialogo con l’inconscio.

L’Abreazione Autogena:

Trattasi di tecnica catartica ad alto contenuto emotivo, idonea soprattutto nelle nevrosi traumatiche e in quelle con forte sintomatologia somatica.

Esercitazioni con l’Abreazione Autogena.

 

ANNOTAZIONI CONCLUSIVE

Il corso si conclude con un esame, consistente nella discussione di due casi clinici trattati uno con tecniche di ipnositerapia e uno con tecniche autogene. Il superamento dell’esame dà diritto all’attestato di Operatore di tecniche di ipnositerapia e psicoterapia autogena e di essere iscritto nell’Albo degli Operatori di Tecniche Commutative della Scuola.

A latere del corso, esiste anche la possibilità di accedere, previo esame, nell’ Albo ECAAT (European Committee for the analytically advanced autogenic training).

 

ANNOTAZIONI AMMINISTRATIVE

Il corso ha la durata di due anni solari. Per le date di frequenza, i costi e le modalità di iscrizione, rivolgersi alla segreteria della Scuola.

 

ARTICOLAZIONE DEL CORSO DI MASTER

Il corso per ciascuna annualità, si articolerà in 10 incontri di 10 ore ciascuna (8,30 – 18,30)

Si ricorda  che il corso è a numero chiuso e  sarà tenuto conto della priorità di iscrizione.

 

Costo del master

Per informazioni sui costi clicca il tasto “Richiesta Informazioni” e compila la form.

 

Richiesta Informazioni